Questo sito utilizza i cookie di profilazione, propri o di altri siti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o solo ad alcuni cookie clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie.


Attendere Prego...

Dove vuoi andare?

Parti da: Prevede italo Bus
Arriva a: Prevede italo Bus

Preferenza fascia oraria

Preferenza fascia oraria

Passeggeri: (14-59)

0-36 mesi senza posto

0-13 anni con posto

Over 60

Hai un codice promo?

cerca

Informazioni per te

Ricordiamo che i viaggiatori di età inferiore ai 14 anni possono viaggiare solo se accompagnati da un passeggero maggiorenne come da Condizioni Generali di Trasporto.

Visualizza o Modifica

CON IL CODICE BIGLIETTO PUOI...

  • Visualizzare o modificare il tuo viaggio

  • Cercare un Credito Italo e/o richiederne la monetizzazione

  • Associare un codice Italo Piu

    Fino a tre minuti prima della partenza

Viaggia con Italo da
Torino a Padova e viceversa

Approfitta delle incredibili offerte di Italotreno per i biglietti del treno Torino-Padova e Padova-Torino!

Nella tratta Torino-Padova il miglior mezzo è il treno: solo 3 ore e 7 minuti di viaggio!

Scopri tutte le nostre promozioni per viaggiare al miglior prezzo. Acquista in anticipo il tuo biglietto per il treno ad alta velocita di Italo da Torino-Padova o Padova-Torino e risparmia!

Approfitta delle offerte scontate Torino-Padova

Fatti ispirare e parti con Italo
Mini Guida, cosa visitare a Padova e a Torino

Viaggiare a Torino

Italo Treno ti porta a conoscere Torino, capitale sabauda e culla del Risorgimento: un viaggio fra arte, cultura e innovazione in una delle città che ha dato vita a numerosi esempi di Made in Italy, famosi in tutto il mondo.

Celebrata internazionalmente come una delle città con una delle posizioni naturali più belle del mondo, Torino si trova in pianura ed è delimitata dalle acque del Po, del Sanzone, dello Stura di Lanzo e della Dora Riparia, che lambisce le vie vicine al centro storico. Per questo motivo è anche chiamata la città dei quattro fiumi. La vicinanza delle Alpi arricchisce il suo scenario naturale, soprattutto in inverno, quando è possibile ammirarne le punte innevate.

Altro nome che definisce Torino e ne descrive fedelmente l'essenza è quello di città Art Nouveau, grazie alla presenza dei suoi caffé storici, nati nel periodo della Bella Epoque: c'è chi dice che anche per questo motivo sia paragonabile a una piccola Parigi italiana, per la sua aria apparentemente austera ma dietro cui si nasconde una vivace vita sociale e culturale.

Il monumento che senza dubbio identifica Torino e ne caratterizza lo skyline è la Mole Antonelliana, il monumento del 1863 dedicato all'allora Re d'Italia Vittorio Emanuele II e che ora ospita il Museo Nazionale del Cinema, il principale in Europa. Altro primato di Torino è quello di offrire ai suoi visitatori un salto nel passato grazie al Museo Egiziano, secondo al mondo dopo quello del Cairo.

Per conoscere il centro pulsante di Torino, recati in Piazza Castello: la riconoscerai perché attorniata su tre lati dagli antichi portici. Qui si trovano alcuni degli edifici più rappresentativi della città, come il Palazzo Reale, il Teatro Regio o il Palazzo del Governo. Il nome della piazza prende il nome da Palazzo Madama, che era l'antico Castello della città. Da Piazza Castello si aprono le quattro arterie della città, via Garibaldi, via Pietro Micca, via Roma e via Po.

Uno dei motivi che ha reso famosa Torino, convertendola anche in una meta di pellegrinaggio, è la presenza della Sacra Sindone custodita nel Duomo della città, dedicato al patrono di Torino, San Giovanni Battista. Potrai ammirare la Sindone situata sotto la tribuna reale del Duomo e vederla dentro la sua teca a tenuta stagna.

Per allontanarti invece dal centro città e apprezzare un'attrazione molto amata dai torinesi, puoi arrivare al Parco fluviale del Valentino, che risale all'800. Nel cuore del parco sorge uno degli edifici torinesi che può fregiarsi del titolo di Patrimonio Unesco insieme ad altre residenze dell'epoca sabauda, il Castello del Valentino. Fu Maria Cristina di Francia a scegliere questo palazzo come sua residenza favorita; oggi è sede della facoltà di architettura. Altra curiosità del parco è il Borgo Medioevale, costruito nel 1884, che riproduce un villaggio medioevale del '400. E parlando di residenze reali, non perdere la meravigliosa Reggia di Venaria, riaperta solo nel 2007 e parte anch'essa del Patrimonio Unesco.

Anche i più golosi troveranno a Torino una meta deliziosa per soddisfare la curiosità gastronomica: inizia con un primo piatto a base di agnolotti di carne conditi con brasato oppure con i tajarin (una pasta fresca lunga) conditi con tartufo bianco. Passa poi al secondo con il brasato al vino Barolo o con la famosa bagna caôda la salsa di acciughe, aglio e olio...consigliata solo se non hai impegni galanti dopo pranzo! Per quanto riguarda i dolci, Torino è la mecca: amaretti, torta alle nocciole e il cioccolato Gianduja sono alcuni dei più famosi marchi di fabbrica della pasticceria torinese. Accompagna il tutto con un Barolo, un moscato oppure un vermouth.

Prendi al volo l'occasione di rilassarti in piazza Castello e sorseggiare un bicerín, la famosa bevanda tradizionale piemontese a base di caffé, cioccolato e crema di latte: acquista ora il tuo biglietto Italo per Torino!

 

Viaggiare a Padova

Esplorare il Veneto è più facile in treno: Italo ti porta a Padova, capitale della pittura del Trecento, adagiata a pochi km dalla natura dei Colli Euganei e dalla Laguna di Venezia.

La posizione naturale di Padova rende questa città la meta ideale per chi cerca una destinazione ricca sia dal punto di vista naturale che paesaggistico. Inizia a rilassarti e, dalla stazione dei treni, raggiungi a piedi il cuore sociale di Padova, il triangolo delle tre più famose piazze cittadine: piazza delle Erbe, piazza della Frutta e piazza dei Signori. Quest'ultima è così chiamata perché qui si trovava il Palazzo della Signoria, Reggia dei Signori di Padova nel XIV secolo, i Carraresi. Alza gli occhi e ammira la meraviglia architettonica che ti circonda: gli eleganti palazzi storici che circondano la piazza, la Chiesa di San Clemente, il Palazzo del Capitanio e la Torre dell'Orologio. Sull'angolo di strada che da piazza della Signoria si ricollega al Duomo puoi ammirare ed entrare nella Loggia del Consiglio (chiamato anche Gran Guardia), che nel '400 era il palazzo in cui si riuniva il consiglio cittadino. Sali la lunga gradinata, entra nel patio con le sue sette arcate e accedi alla sala superiore, decorata con una serie di affreschi che rappresentano episodi leggendari della vita della città. Piazza della Frutta e delle Erbe fanno invece immediatamente pensare alla loro utilità originaria, che dura ancora oggi: i mercati tradizionali che animano la città ogni mattina e dove potrete comprare frutta fresca o uno spuntino di metà giornata.

La scoperta dell'arte cittadina continua poi nel vicino Duomo e nel Battistero. Se sei amante delle lettere, potrai omaggiare uno dei capisaldi della letteratura italiana, Francesco Petrarca, che fu canonico del Duomo e qui ha un monumento sepolcrale onorario. Il Battistero in particolare riserva un'esperienza unica di arte a 360 gradi: alla fine del '300 Giusto De' Meanabuoi ha dipinto ogni centimetro delle pareti interne fino all'alto della cupola con storie della Genesi e dell'Apocalisse.

Altra piazza simbolo di Padova è l'enorme piazza ellittica di Prato della Valle che non solo è la più grande della città, ma anche una delle più grandi di Europa dopo la piazza Rossa di Mosca.

Ci arriverai facilmente, sempre con una piacevole passeggiata lungo il centro storico, le vie dei negozietti tipici e soprattutto gli antichi portici che caratterizzano le antiche vie dello shopping di Padova. Da sempre Prato della Valle ha avuto funzioni ricreative e commerciali e non ti sarà difficile trovarvi dei mercatini che le circondano. La particolarità di questo luogo simbolo di Padova è che non ha una conformazione tipica di una piazza, ma è più una passeggiata monumentale fra le 78 statue di personaggi del passato il cui centro è l'Isola Memmia, circondata da un canale. Visto che sei in zona, non perdere un altro simbolo di Padova, meta di pellegrini da tutta Italia ed Europa, la Basilica di Sant'Antonio da Padova, chiamata dai padovani semplicemente come Il Santo. Qui sono custodite le reliquie del Santo e la sua tomba, e vale la pena visitarla per ammirarne la magnificenza e la sua ricchezza artistica e architettonica.

Ciliegina sulla torta di un itinerario artistico a Padova rimane poi la Cappella degli Scrovegni, cappella trecentesca dedicata alla Vergine annunziata. La sua architettura esterna è molto semplice ma quello che vi troverai all'interno ti lascerà senza fiato. Giotto ha decorato questa Cappella rendendola famosa in tutto il mondo con il suo ciclo di dipinti dedicati a storie del Vecchio e Nuovo Testamento: il tutto è sovrastato da un soffitto azzurro intenso a simboleggiare il cielo.

Ora che hai fatto scorpacciata di arte, è ora di riempire anche lo stomaco! Inizia il tuo percorso enogastronomico padovano concedendoti per prima cosa uno spritz, aperitivo inventato proprio a Padova, da spizzicare con qualche salume locale. Deliziati poi con i bígoli, gli spaghetti grossi artigianali, o un piatto a base di carne bianca come l'oca in onto padovana, per finire con un'ampia scelta di dolci padovani, come la torta sbrisolona o il pan del Santo. Chiudi il pasto con un leggendario caffé del Caffé Pedrocchi, chiamato anche "senza porte" perché per tutto l'Ottocento e fino al 1916 rimase aperto a ogni ora del giorno e della notte.

Non attendere ancora, acquista subito il tuo biglietto su Italotreno e vieni a conoscere Padova!

Guarda anche

Dove vuoi andare?

;