Questo sito utilizza i cookie di profilazione, propri o di altri siti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o solo ad alcuni cookie clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie.


Attendere Prego...

Dove vuoi andare?

Parti da: Prevede italo Bus
Arriva a: Prevede italo Bus

Preferenza fascia oraria

Preferenza fascia oraria

Passeggeri: (14-59)

0-36 mesi senza posto

0-13 anni con posto

Over 60

Hai un codice promo?

cerca

Informazioni per te

Ricordiamo che i viaggiatori di età inferiore ai 14 anni possono viaggiare solo se accompagnati da un passeggero maggiorenne come da Condizioni Generali di Trasporto.

Visualizza o Modifica

CON IL CODICE BIGLIETTO PUOI...

  • Visualizzare o modificare il tuo viaggio

  • Cercare un Credito Italo e/o richiederne la monetizzazione

  • Associare un codice Italo Piu

    Fino a tre minuti prima della partenza

Viaggia con Italo da
Reggio Emilia a Torino e viceversa

Approfitta delle incredibili offerte di Italotreno per i biglietti del treno Reggio Emilia-Torino e Torino-Reggio Emilia!

Nella tratta Reggio Emilia-Torino il miglior mezzo è il treno: solo 1 ora e 56 minuti di viaggio!

Scopri tutte le nostre promozioni per viaggiare al miglior prezzo. Acquista in anticipo il tuo biglietto per il treno ad alta velocita di Italo da Reggio Emilia-Torino o Torino-Reggio Emilia e risparmia!

tratta_reggio_emilia_torino_461x284

Approfitta delle offerte scontate Reggio Emilia-Torino

Fatti ispirare e parti con Italo
Mini Guida, cosa visitare a Torino e a Reggio Emilia

Viaggiare a Reggio Emilia

A soli venti minuti di treno da Bologna, Reggio Emilia è una città che custodisce molte curiosità, tutte da scoprire. La prima fra tutte è il suo soprannome, Città del Tricolore, perché fu qui che, nel 1797 fu per la prima volta adottato lo stendardo che poi si convertì nella bandiera italiana.

La fama artistica e culturale di Reggio Emilia si deve anche al fatto di aver dato i natali a due grandi della letteratura italiana del Rinascimento, il Boiardo e Ludovico Ariosto autore dell'Orlando Furioso.

Per un itinerario culturale, puoi partire dal centro città e dal Teatro Valli, circondato dai giardini pubblici di Parco del Popolo: qui potrai passare anche una bella serata con uno degli appuntamenti della stagione lirica e teatrale. A pochi passi dal Teatro, il Palazzo dei Musei e il Palazzo San Francesco che ospita i Musei Civici: le collezioni spaziano dall'etnografia alle scienze naturali e alla storia dell'arte.

Altro punto nevralgico del centro storico è la Cattedrale di Santa Maria Assunta, che secondo fonti storiche risale perlomeno al 451 d.C. e che ospita opere di celebri artisti come Pala il Giovane o il Guercino. Altra antica chiesa della città è la Basilica di San Prospero del 997, restaurata poi nel '500, quando le furono aggiunti i leoni di marmo rosa allineati di fronte alla scalinata.

Poco lontana da questi due monumenti, una vera goduria per gli amanti della storia: il Museo del Tricolore.

Per conoscere la Reggio Emilia più verde, ti basterà seguire la Cintura Verde, gli itinerari percorribili a piedi o in bicicletta fra i parchi fluviali che circondano la città: il Modolena, il Crostolo e il Rodano.

Il più vicino al centro di Reggio è il Parco del Crostolo, molto frequentato dagli abitanti della città: si raggiunge partendo dal centro storico e percorrendo la passeggiata Estense che si estende da Corso Garibaldi lungo viale Umberto I e arrivando alle porte del parco. Se opterai per questa magnifica passeggiata nel verde, arriverai alla Reggia di Rivalta e alla Villa d'Este. Elementi di punta del parco sono infatti le sue dimore estensi con i loro magici giardini.

Se dopo tanto camminare inizierai a sentire un certo languorino, nessun problema, Reggio Emilia è la patria della buona cucina! Per uno spuntino veloce potrai ricorrere a una delle tante panetterie reggiane, veri templi del pane tradizionale, come la crocetta, il cornino o il gnocco (nella sua dicitura dialettale), la focaccia salata cosparsa di strutto. Se invece hai più tempo per stare seduto a tavola, accomodati e dedicati alla gioia gastronomica dei salumi reggiani da accompagnare con lo gnocco fritto, del parmigiano e dei tortelli verdi reggiani. Rinfrescati infine con un bicchiere di Lambrusco, il vino frizzante della tradizione emiliana.

Per terminare in bellezza la giornata con uno shopping rilassante, le vie dello shopping sono Via Emilia Santo Stefano e San Pietro per le grandi firme. Il centro storico, invece, è il paradiso degli antiquari, gioielli d'epoca, tele e tappeti: lo troverai fra Via Squadroni, Via Fornaciari, Via due Gobbi, Via Cristo e Piazza Fontanesi,

Non farti scappare l'opportunità di conoscere questa incantevole città e acquista subito il tuo biglietto Italo Treno per Reggio Emilia!

 

Viaggiare a Torino

Italo Treno ti porta a conoscere Torino, capitale sabauda e culla del Risorgimento: un viaggio fra arte, cultura e innovazione in una delle città che ha dato vita a numerosi esempi di Made in Italy, famosi in tutto il mondo.

Celebrata internazionalmente come una delle città con una delle posizioni naturali più belle del mondo, Torino si trova in pianura ed è delimitata dalle acque del Po, del Sanzone, dello Stura di Lanzo e della Dora Riparia, che lambisce le vie vicine al centro storico. Per questo motivo è anche chiamata la città dei quattro fiumi. La vicinanza delle Alpi arricchisce il suo scenario naturale, soprattutto in inverno, quando è possibile ammirarne le punte innevate.

Altro nome che definisce Torino e ne descrive fedelmente l'essenza è quello di città Art Nouveau, grazie alla presenza dei suoi caffé storici, nati nel periodo della Bella Epoque: c'è chi dice che anche per questo motivo sia paragonabile a una piccola Parigi italiana, per la sua aria apparentemente austera ma dietro cui si nasconde una vivace vita sociale e culturale.

Il monumento che senza dubbio identifica Torino e ne caratterizza lo skyline è la Mole Antonelliana, il monumento del 1863 dedicato all'allora Re d'Italia Vittorio Emanuele II e che ora ospita il Museo Nazionale del Cinema, il principale in Europa. Altro primato di Torino è quello di offrire ai suoi visitatori un salto nel passato grazie al Museo Egiziano, secondo al mondo dopo quello del Cairo.

Per conoscere il centro pulsante di Torino, recati in Piazza Castello: la riconoscerai perché attorniata su tre lati dagli antichi portici. Qui si trovano alcuni degli edifici più rappresentativi della città, come il Palazzo Reale, il Teatro Regio o il Palazzo del Governo. Il nome della piazza prende il nome da Palazzo Madama, che era l'antico Castello della città. Da Piazza Castello si aprono le quattro arterie della città, via Garibaldi, via Pietro Micca, via Roma e via Po.

Uno dei motivi che ha reso famosa Torino, convertendola anche in una meta di pellegrinaggio, è la presenza della Sacra Sindone custodita nel Duomo della città, dedicato al patrono di Torino, San Giovanni Battista. Potrai ammirare la Sindone situata sotto la tribuna reale del Duomo e vederla dentro la sua teca a tenuta stagna.

Per allontanarti invece dal centro città e apprezzare un'attrazione molto amata dai torinesi, puoi arrivare al Parco fluviale del Valentino, che risale all'800. Nel cuore del parco sorge uno degli edifici torinesi che può fregiarsi del titolo di Patrimonio Unesco insieme ad altre residenze dell'epoca sabauda, il Castello del Valentino. Fu Maria Cristina di Francia a scegliere questo palazzo come sua residenza favorita; oggi è sede della facoltà di architettura. Altra curiosità del parco è il Borgo Medioevale, costruito nel 1884, che riproduce un villaggio medioevale del '400. E parlando di residenze reali, non perdere la meravigliosa Reggia di Venaria, riaperta solo nel 2007 e parte anch'essa del Patrimonio Unesco.

Anche i più golosi troveranno a Torino una meta deliziosa per soddisfare la curiosità gastronomica: inizia con un primo piatto a base di agnolotti di carne conditi con brasato oppure con i tajarin (una pasta fresca lunga) conditi con tartufo bianco. Passa poi al secondo con il brasato al vino Barolo o con la famosa bagna caôda la salsa di acciughe, aglio e olio...consigliata solo se non hai impegni galanti dopo pranzo! Per quanto riguarda i dolci, Torino è la mecca: amaretti, torta alle nocciole e il cioccolato Gianduja sono alcuni dei più famosi marchi di fabbrica della pasticceria torinese. Accompagna il tutto con un Barolo, un moscato oppure un vermouth.

Prendi al volo l'occasione di rilassarti in piazza Castello e sorseggiare un bicerín, la famosa bevanda tradizionale piemontese a base di caffé, cioccolato e crema di latte: acquista ora il tuo biglietto Italo per Torino!

Guarda anche

Dove vuoi andare?